top of page
Post: Blog2_Post

Mystic River (2003) - di Clint Eastwood



Sean: A volte penso che... penso che ci siamo saliti tutti e tre insieme in quella macchina. E tutto questo è solo un sogno, lo sai?


INTRO: Dopo le innumerevoli presenze davanti alla macchina da presa come quell'attore di fama mondiale che tutti conosciamo, sopratutto con i suoi indelebili ruoli negli spaghetti western di Sergio Leone, il nostro Clint si cimenta dietro la macchina da presa e comincia a sfornare una sfilza di film.


Inizia così a sorprendere il grande pubblico con dei lavori di tutto rispetto, dapprima rimanendo sul genere western con pellicole tipo "Il texano dagli occhi di ghiaccio" o "Il cavaliere pallido" per citarne alcuni, dove egli stesso interpreta i personaggi di spicco; poi inizia a sfoderare la sua vera classe già con "Un mondo perfetto" del 1993 con attore protagonista Kevin Costner altre a Clint stesso.


Veniamo invece al film di oggi, quel gran filmone che Clint Eastwood è riuscito a portare al cinema dal titolo "Mystic River".


Una produzione cominciata in sordina con un budget limitato, che alla fine ha fatto ricredere

Chiunque, arrivando a fare degli incassi esorbitanti al botteghino. Poca spesa, massima resa è proprio il caso di dirlo.



TRAMA: Ambientato a Boston nel 1975, dove passa appunto il fiume Mystic, il film inizialmente ci narra di tre ragazzini, amici del quartiere, che giocano felici. Uno di loro però, Dave (Tim Robbins) viene fatto salire su un auto da due uomini e portato via per giorni.


Da un'inquadratura sull'anello di uno dei due rapitori si intuisce che quest'ultimo appartiene al clero e il film lascia allo spettatore il duro compito di immaginare cosa veramente abbia passato il ragazzo durante i suoi giorni di prigionia. Da allora la storia si proietta avanti di 25 anni.


Qui Jimmy (Sean Penn) perde la figlia Katie in un tragico omicidio. Il ritrovamento del cadavere in auto con la scena della disperazione di Jimmy nei primi minuti del film, già valgono da soli il premio oscar che poi in effetti Sean Penn vinse.


A seguire il caso dell'omicidio è Sean (Kevin Bacon), anch’esso presente nella scena iniziale insieme a Jimmy e a Dave. Il destino dei tre ragazzini che giocavano felici tra le strade della Boston di un tempo ora si intreccia in questo intricato caso che vede la figlia di uno di loro vittima di un delitto.



VALUTAZIONI: Il film, tratto dal romanzo "La morte non dimentica" di Dennis Lehane, è di un impatto notevole, sia per la storia molto avvincente sia per la sua realizzazione tecnica, sia per l’interpretazione degli attori. Non a caso è stato pluripremiato.


Strameritati gli oscar come migliore attore protagonista a Sean Penn e come migliore attore non protagonista a Tim Robbins, oltre agli altri innumerevoli premi portati a casa nei vari festival cinematografici.


Dunque il nostro buon Clint Eastwood fa un colpo da manuale, ci mette davanti un film con la F maiuscola: una pellicola imperdibile.


Curiosità: l'autore del libro fa anche un piccolo cameo durante la parata finale del film.


______________


Acquistando uno dei prodotti della sezione SHOP contribuirai a sostenere il progetto CultMovie.


Iscriviti al canale Youtube per non perderti nessuno dei prossimi contenuti video.

Grazie per il tuo sostegno!




25 visualizzazioni0 commenti
bottom of page